INFORMATIVA COOKIES

Questo sito utilizza cookies al solo scopo di fornirti una navigazione completa, comoda e con le funzionalità necessarie.

Di varie tipologie, vengono usati prettamente per tenere traccia delle tue scelte sul sito (esempio, se presenti – il tuo carrello negli e-commerce o le informazioni di login automatico) oppure per permetterti funzionalità di condivisione (esempio – pulsante “condividi”di Facebook) o per raccogliere statistiche anonime di analisi (esempio – statistiche sulle visite del sito, provenienza dei visitatori, frequenze di rimbalzo ecc.. tramite servizi come Google Analytics o Shinystat).

Se vuoi avere informazioni più complete riguardo i Cookies utilizzati o come disattivarli nel tuo browser consulta la PRIVACY POLICY

Archivio Generale | Archivio Under 18 | Pagina Principale Under 18

U18 Nero: Brusco Risveglio...
del 12 Febbraio 2020 - 13:46 | Under 18

Bluorobica - CB Alto Sebino 84-64

Parziali: 20-19; 19- 18; 19-9; 26-18

CB Alto Sebino: Faustini 15, Picen 9, Patroni, Fenaroli 14, Bertoletti, Canossi 4, Sawadogo 6, Villa 13, Signorelli 1, Rodari 2.

All. Polesinanti-Spatti 

 

Era l’incrocio fondamentale della stagione U18, con la sfida esterna alla co-capolista Bluorobica e il risultato finale non lascia spazio a recriminazioni.

Una gara che pur con tempistiche differenti ha ricordato in maniera sinistra il primo KO contro Vobarno. Se allora era stato uno scellerato primo quarto a segnare il percorso verso la sconfitta, in questa occasione è il periodo susseguente alla pausa lunga a mandare in fuga definitiva i ragazzi di coach Petitto. I primi 20 minuti sono infatti sostanzialmente equilibrati con disattenzioni da una parte e dall’altra, canestri regalati e troppe seconde opportunità concesse. Appena i bianchi alzano il volume difensivo ecco riemergere le lacune che ormai sono note: si perde il filo del gioco di insieme, proliferano le palle perse e le percentuali si abbassano in maniera tangibile, producendo un terzo parziale da 9 punti. -12 che diventa sempre più impossibile da colmare perché (anche qua film già visto) al gap offensivo si aggiunge quello difensivo, che premia oltremodo la precisione casalinga dalla lunga distanza. Delle 10 triple subite al termine, almeno 7 vengono da errori in aiuto che aprono spazio e tempo che i mortiferi tiratori avversari sanno sfruttare alla perfezione. Giunge così un pesante capitombolo nei numeri e nella sostanza; ancora una volta a seguito di una affermazione in serie D, cosa che invece che fornire ulteriore carica al gruppo, sembra privarlo di quanto necessario per portare a casa le partite che come sappiamo da qui in avanti saranno in pratica tutte finali o quasi. 

Si riparte dalla sfida con Iseo (lunedì 17 ore 19.15) nella convinzione di ritrovare voglia e determinazione.