INFORMATIVA COOKIES

Questo sito utilizza cookies al solo scopo di fornirti una navigazione completa, comoda e con le funzionalità necessarie.

Di varie tipologie, vengono usati prettamente per tenere traccia delle tue scelte sul sito (esempio, se presenti – il tuo carrello negli e-commerce o le informazioni di login automatico) oppure per permetterti funzionalità di condivisione (esempio – pulsante “condividi”di Facebook) o per raccogliere statistiche anonime di analisi (esempio – statistiche sulle visite del sito, provenienza dei visitatori, frequenze di rimbalzo ecc.. tramite servizi come Google Analytics o Shinystat).

Se vuoi avere informazioni più complete riguardo i Cookies utilizzati o come disattivarli nel tuo browser consulta la PRIVACY POLICY

Archivio Generale | Archivio Under 18 | Pagina Principale Under 18

U18 Arancio: Meritatamente beffati
del 17 Gennaio 2020 - 14:23 | Under 18

Cb Alto Sebino Arancio- Virtus Gorle Bianco 64-65

Parziali: 14-11; 19-16; 14-26; 17-12

CB Alto Sebino: De Lerma 3, Lucido 4, Damiolini 5, Li Volsi 2, Petenzi 6, Galloni 13, Bondioni 7, Colombo 6, Morrobel 7, Martinelli 11.

All. Polesinanti-Spatti 

 

Beffa atroce ma che trova il proprio fondamento in un terzo quarto in cui si poteva tranquillamente aprire un museo itinerante degli orrori. Dopo la vittoria (la prima stagionale) di Palosco, l’umore di Lucido e compagni è sicuramente alto, cosa positiva per l’abbrivio offensivo di inizio gara, ma che lascia preoccupanti strascichi di disattenzione difensiva, alla lunga pagati carissimo. Contro i bianco verdi ospiti aggrappati al talento dì Epis, si lascia andare in pratica la terza frazione regalando lo stesso fatturato della prima frazione ma in meta’ tempo. Si arriva così all’ultimo quarto indietro di 6 punti e con una inerzia tutta da riprendere. Si riescono a rinsaldare le fila dietro, e in attacco si riescono finalmente a capitalizzare le tante gite in lunetta. Ad un minuto dalla fine avviene il sorpasso, ma poi manca lucidità nella gestione del susseguente possesso offensivo. Si palesa così l’episodio che segna il match con un fallo antisportivo assegnato agli arancioneri a pochi secondi dal termine, con conseguente 2/2 del numero 34, glaciale anche in questa circostanza e ultimo vano tentativo non andato a buon segno. Una “sberla” in pieno viso che deve provocare una reazione forte già da sabato quando la trasferta di Ospitaletto (palla a 2 alle ore 18.00) dirà se e quanto male può avere fatto questo brutto scivolone.