INFORMATIVA COOKIES

Questo sito utilizza cookies al solo scopo di fornirti una navigazione completa, comoda e con le funzionalità necessarie.

Di varie tipologie, vengono usati prettamente per tenere traccia delle tue scelte sul sito (esempio, se presenti – il tuo carrello negli e-commerce o le informazioni di login automatico) oppure per permetterti funzionalità di condivisione (esempio – pulsante “condividi”di Facebook) o per raccogliere statistiche anonime di analisi (esempio – statistiche sulle visite del sito, provenienza dei visitatori, frequenze di rimbalzo ecc.. tramite servizi come Google Analytics o Shinystat).

Se vuoi avere informazioni più complete riguardo i Cookies utilizzati o come disattivarli nel tuo browser consulta la PRIVACY POLICY

Archivio Generale | Archivio II Divisione | Pagina Principale II Divisione

2 DIVISIONE: il paGIOllone di Alto Sebino - Padernese - 41-63
del 18 Novembre 2022 - 11:09 | II Divisione

3- Domeneghini: più lungo il nome del tempo trascorso in campo, giusto il tempo per un paio di tiri ventrali dalla lunga. Con suole slick si unisce al valzer degli scivoloni dell’ultimo quarto: sul campo reso viscido dal ..ghiaccio..polvere…sudore, ( tutte le ipotesi sono valide al Palaghiaccio - Palapolvere Palanoncedoloreinquestodojo) si aggancia e rovina sul tatami con l’avversario dopo aver subito una mossa simile  al “colpo della gru”: LARRY KID.. PER VINCERE DOMANI

4 - Rivadossi: per restare in tema orientale sfoggia acconciatura stile  “chignon giapponese”: il  look austero e trendy non impressiona i ruvidi avversari, poco inclini a dargli spazio. Cerca di assistere i compagni nel pitturato ma  tra gli sfridi di lavorazione e colpi da arti marziali la missione è ardua MISSON IMPOSSIBLE

5 – Cotti-Cometti: 6 punti old-style con tre appoggi sfuttando l’amato  tabellone, nella gazzarra finale rischia 5 punti di sutura dal molesto fabbro avversario (nr.5): per farlo arrabbiare… luiiiii …qualcosa sarà successo. LOU-BEGA (..mia..) – MAMBO NUMBER FIVE

6-Bertoletti : 14 punti senza aver scaldato le mani da tre: solo.. due le triple per “Chris-mania-da-tre” si iscrive  al festival degli avversari del primo tempo ( 6 triple  di cui quattro di fila ) Scaldare le mani in difesa sarebbe un opzione nel gelo del palazzetto,  ma da pacifista convinto , sposa la filosofia difensiva GIOCO DI MANI GIOCO DA VILLANI

7 – Belotti: il Bell’Antonio non  scompone il ciuffo e contribuisce alla causa con tre punti.  0 falli fatti sposa  la filosofia di Bertoletti GIOCO DI MANI GIOCO DA VILLANI 2

8 – Vermi: la giocata migliore al primo tiro: il perno lavora bene e si svita a sinistra dopo la finta a destra.  Con Cotti si iscrive alla scuola “c’era una volta il basket fatto di fondamentali”.  ONE SHOT ONE KILL

10 – Colamarino: 2 punti nella mischia: un paio di incursioni si schiantano tra le braccia rotanti dei difensori e  una manciata di  rimbalzi non bastano per COLAREAPICCOMARINO… la squadra avversaria.

14 – Finocchiaro:  con la palla in mano e su giù per la Valle Camonica…mena la polenta, instancabile smista a sinistra e a destra la palla,  per non rivederla mai più…fai buon viaggio…GOODBY BABY

20 – Calzoni: muove l’attacco con penetra e scarica rinunciando spesso al tiro. Raccoglie 2 punti, poco per il lavoro fatto.  Aspettiamo tempi migliori, tipo la Befana,  per un bottino più ricco per CALZONE FARCITO

21 – Manfrini: rischio dissing familiare se associo il trapper sebino a Ligabue con “lì sempre lì nel mezzo…”, ma è più forte di me, sempre lììììì lìììì nel mezzo…..! Nel pitturato compie il suo destino tra rimbalzi e ganci Old-Style ( la scuola Cotti-Cometti fa proseliti). 10 punti nel pitturato  con la mano forte( nella manovra finanziarie del governo la prestazione rientra nel Superbonus facciata 110) parliamo di  TIRO MANCINO (ora il dissing è assicurato)

9-99 - Dentella - Brighenti: in campo per lo s..garbage time, poco per entrare nel clima partita. Ribaltando i numeri 666 numeri  demonici contro la Padreternese.

Da Giò l’inviato molto speciale®

Foto: Pixel di Lucie