INFORMATIVA COOKIES

Questo sito utilizza cookies al solo scopo di fornirti una navigazione completa, comoda e con le funzionalità necessarie.

Di varie tipologie, vengono usati prettamente per tenere traccia delle tue scelte sul sito (esempio, se presenti – il tuo carrello negli e-commerce o le informazioni di login automatico) oppure per permetterti funzionalità di condivisione (esempio – pulsante “condividi”di Facebook) o per raccogliere statistiche anonime di analisi (esempio – statistiche sulle visite del sito, provenienza dei visitatori, frequenze di rimbalzo ecc.. tramite servizi come Google Analytics o Shinystat).

Se vuoi avere informazioni più complete riguardo i Cookies utilizzati o come disattivarli nel tuo browser consulta la PRIVACY POLICY

Archivio Generale | Archivio Promozione | Pagina Principale Promozione

Serie D Play Out Secondo turno Gara 1: Serbatoio vuoto
del 11 Maggio 2019 - 13:51 | Promozione

Pol. Bellusco- Cb Alto Sebino 84-53

Parziali: 20-11; 25-8; 14-15; 25-19

Cb Alto Sebino: Cremaschi G 19, Martinelli 4, Patroni 3, Canobbio 4, Arrigoni, Picen 5, Villa, Sawadogo 3, Bertoletti, Oprandi 7, Cremaschi M 8.

All.Polesinanti-Rivadossi

 

Troppa la differenza a livello di intensità e ritmo in quel di Bernareggio dove Bellusco vince ampiamente la prima sfida salvezza con gli arancioneri. Al netto di un paio di “vecchie volpi” del parquet, anche i padroni di casa schierano parecchi Under ma la loro energia si dimostra da subito di ben altro spessore. Sicuramente l’ultima sfida con Pontevico ha lasciato strascichi difficili da metabolizzare ma tant’è! Indietro non si può tornare e necessariamente bisogna cambiare registro in vista di gara 2 (martedì 14 ore 21.15 Cbl) per provare a guadagnarsi un’altra “bella”. Il parziale del primo tempo è significativo della differenza in campo (45-19) con 6 triple e una marea di rimbalzi offensivi lasciati senza battere ciglio; il successo “parziale “ nel terzo quarto invece di spronare Oprandi e compagni, li accompagna verso un ennesimo quarto da 25 punti concessi e un -31 finale che non lascia spazio a nulla se non ad una enorme delusione.