INFORMATIVA COOKIES

Questo sito utilizza cookies al solo scopo di fornirti una navigazione completa, comoda e con le funzionalità necessarie.

Di varie tipologie, vengono usati prettamente per tenere traccia delle tue scelte sul sito (esempio, se presenti – il tuo carrello negli e-commerce o le informazioni di login automatico) oppure per permetterti funzionalità di condivisione (esempio – pulsante “condividi”di Facebook) o per raccogliere statistiche anonime di analisi (esempio – statistiche sulle visite del sito, provenienza dei visitatori, frequenze di rimbalzo ecc.. tramite servizi come Google Analytics o Shinystat).

Se vuoi avere informazioni più complete riguardo i Cookies utilizzati o come disattivarli nel tuo browser consulta la PRIVACY POLICY

Archivio Generale | Archivio Serie D | Pagina Principale Serie D

Serie D : Con un cuore grande così...
del 10 Febbraio 2020 - 13:21 | Serie D

CB Alto Sebino- Ars Rovagnate 77-72

Parziali: 15-20; 22-22; 19-19; 21-11

CB Alto Sebino: Canobbio 2, Faustini 13, Picen 6, Patroni E., Bontempo 8, Fenaroli 3, Villa 12, Canossi, Sawadogo 6, Patroni G 24, Rodari 3, Signorelli.

All. Polesinanti-Spatti 

 

Arriva in volata il secondo successo stagionale ed è davvero una grandissima impresa perché contro i rossi di Rovagnate che schierano l’indiscusso capocannoniere del girone, all’andata si era rimasti “sepolti” da un trentello di distacco.

La partita viaggia da subito sul filo dell’ equilibrio: il distacco del primo quarto si giustifica con le 8 palle perse e il “solito “ mancato cinismo nel concretizzare situazioni di vantaggio, specie in contropiede.

Poi è un botta e risposta per i seguenti 20 minuti con Marinello che ogni tanto estrae una giocata di talento per fare “scappare” i suoi colori e gli arancioneri sempre ad inseguire con grande tenacia. 

A 5 dalla sirena la situazione sembra sfuggire definitivamente di mano, ma è qui che esce il cuore e fa cambiare ancora una volta marcia. La difesa si allunga nuovamente e chiude ogni possibile via di fuga verso il canestro. Lentamente, inesorabilmente il vantaggio si assottiglia fino a sparire sulla giocata a campo aperto che porta Bontempo al layup del sorpasso. I nervi sono scoperti per gli ospiti che nel finale “collezionano” un tecnico ed un fallo antisportivo. Nonostante qualche incertezza di troppo dalla linea della carità, puo’partire nuovamente la festa che dalla panchina si espande fino al parquet. La crescita è evidente ed ora anche la sfida alla capolista nel giorno di San Valentino assume un “sapore” diverso!